Le fantasie volano libere e voi, da un po’ di tempo a questa parte, state immaginando il giorno del matrimonio. Il vostro vestito, la cerimonia e il banchetto nuziale, per ora, sono solo un’immagine mentale non proprio definita. È lì nella vostra testa, ma non è ancora condivisa. Per sposarsi, del resto, bisogna essere in due. E prima di iniziare quel viaggio che vi condurrà all’altare o a dire “sì” bisogna attendere la fatidica proposta di matrimonio.

La proposta di matrimonio per te? Potrebbe essere in arrivo…

Il vostro partner non ha ancora deciso di inginocchiarsi dinanzi a voi e di chiedervi la mano mostrandovi un anello? Niente paura, potrebbe essere questione di giorni o di poche ore. Forse, si è già recato da un orefice o in una gioielleria per scegliere quel particolare e prezioso accessorio che scivolerà sulle vostre dita.

Secondo una ricerca di mercato, sembra che nel mese di dicembre le porte delle gioiellerie e delle oreficerie si aprano con più frequenza. Ne desume che questo è il periodo in cui si chieda la mano del o della partner. Il fatidico giorno sarà a Natale,  l’ultimo o il primo giorno del nuovo anno?

Il cerchio, insomma, si restringe a questi tre giorni. Per non svelarvi le abitudini italiane ci atteniamo ai dati che provengono dal resto d’Europa. Vi lasciamo un po’ sulle spine, ma vi diciamo pure che nel Vecchio Continente l’anello viene svelato a Capodanno. Nel 49% dei casi la proposta di matrimonio arriva con il brindisi. Gli sfavillanti fuochi d’artificio, l’abbraccio caloroso in una fredda notte e il bacio appassionato suggellano quel primo “sì” e inaugurano il countdown alle nozze.

Un quarto del campione, ossia il 25%, punta ad inginocchiarsi dinanzi alla compagna a cavallo tra la vigilia di Natale e il 25 dicembre. Il regalo, così come la sorpresa, sarà gradita ed emozionante. Una percentuale minore, infine, si dichiara all’alba del nuovo anno. Per la serie: l’anno parte con una grossa novità.

“C’è una grossa novità…”

Non serve parafrasare un capolavoro della musica d’autore italiana come “L’anno che verrà” di Lucio Dalla, ma bisogna ammettere che quando un uomo si inginocchia e prende la mano della sua futura sposa sta proprio per arrivare una grossa, forse brillante, sicuramente emozionante, novità.

Ma le donne italiane che cosa vogliono? Qual è, secondo loro, il giorno perfetto per ricevere una proposta di matrimonio?

Condividi l'articolo: